<<< secolo XVII



B  I  B  L  I  O  T  H  E  C  A    A  U  G  U  S  T  A  N  A

 

 

 

 
Tommaso Campanella
1568 - 1639
 


 






 




L ' a u t o r e

Tommaso (Giovanni Domenico) Campanella, filosofo e poeta, nacque a Stilo, in Calabria, nel 1568. Entrò nell'ordine dei domenicani nel 1583. A causa delle sue idee per una profonda riforma religiosa, fu accusato di eresia e rinchiuso in carcere a Roma per 27 anni. Nel 1626 riuscì a rifugiarsi a Parigi, dove morì nel 1639. «Insieme con Giordano Bruno e Bernardino Telesio, Tommaso Campanella fu uno dei principali anticipatori di alcuni importanti argomenti della filosofia moderna e il suo pensiero testimoniò di questo passaggio tra Medioevo e modernità oscillando tra la trascendenza tradizionale del cattolicesimo e l'immanentismo del naturalismo rinascimentale» (Maria Agostinelli).




L e   o p e r e

Philosophia sensibus demonstrata (1589)
Discorsi politici ai principi d'Italia (1595)
Della monarchia di Spagna (1598)
La città del sole (1602, pubbl. lat. 1623)
Prodomus philosophiae instaurandae (1617)
Apologia pro Galileo (1622)
Teologia
Universalis philosophia (1638)
Ecloga in portentosam Delphini nativitatem (1638)
Poesie
Lettere


A p p e n d i c e

Progetto Manuzio
Fonti
 
 
 
<<< secolo XVII